Angelo Mangiarotti

Visualizzazione di 16 risultati

Angelo Mangiarotti (1921-2012) è stato uno dei più illustri architetti e designer italiani del XX secolo, la cui eredità continua a influenzare il mondo del design contemporaneo.

Nato a Milano, Mangiarotti ha studiato architettura al Politecnico di Milano, dove ha successivamente insegnato e contribuito alla formazione di molte generazioni di designer. Il pensiero progettuale di Mangiarotti si distingue per la sua semplicità elegante e la sua profonda attenzione per la funzionalità e la durabilità. Ha abbracciato un approccio razionale al design, creando opere che uniscono forma e funzione in modo armonioso e senza tempo.

Presso Carrozzeria900 a Milano, celebriamo l’eredità straordinaria di Angelo Mangiarotti con una selezione curata dei suoi pezzi più iconici. Scopri e apprezza il suo genio creativo e aggiungi un tocco di classe e raffinatezza alla tua casa con le sue opere senza tempo.

Valutiamo e acquistiamo arredi e oggetti di Angelo Mangiarotti.

  • Specchi da tavolo in ardesia, Angelo Mangiarotti, 1960

  • Lampada a sospensione Giogali, Angelo Mangiarotti, Vistosi, 1969

  • Lampadario Giogali, Angelo Mangiarotti, Vistosi, 1969

  • Set di sei sedie, Programma S11, Angelo Mangiarotti, Sorgente Del Mobile, 1970 ca.

  • Raro tavolo di Angelo Mangiarotti, La Sorgente del Mobile, Italy, 1972

  • Scacchiera in travertino, Angelo Mangiarotti

  • Vaso in ceramica, Angelo Mangiarotti per Fratelli Brambilla

  • Tavolino Eros, Angelo Mangiarotti per Skipper

  • Lampada Saffo, Angelo Mangiarotti, Produzione Artemide, 1960 circa

  • Tavolo estensibile, Programma S11, Angelo Mangiarotti, 1960 circa

  • Posacenere in marmo di Angelo Mangiarotti, anni ’60

  • Vaso in marmo Cavaedro, Angelo Mangiarotti, anni ’60

  • Lampada da sospensione Giogali, Angelo Mangiarotti per Vistosi, anni 60

  • Tavolo allungabile Programma S11 di Angelo Mangiarotti per Sorgente del Mobile, anni ’70

  • Portavaso in marmo di Angelo Mangiarotti per Skipper, 1960

  • Lampada Lesbo di Angelo Mangiarotti