Giancarlo Piretti

Visualizzazione di 2 risultati

Giancarlo Piretti è stato un rinomato designer italiano, nato a Bologna nel 1940. La sua carriera nel design è stata caratterizzata da una profonda innovazione e creatività, contribuendo significativamente alla progettazione di mobili e oggetti di design che hanno lasciato un’impronta duratura nel settore.

Dopo aver studiato all’Istituto Statale d’Arte di Bologna, Piretti si laurea in architettura nel 1965 presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Sin dagli esordi, ha dimostrato un interesse speciale per il design di mobili e oggetti, combinando forme ergonomiche e funzionalità avanzate con una raffinata estetica.

Nel corso della sua carriera, Piretti ha collaborato con diverse aziende di prestigio nel settore del mobile, tra cui Anonima Castelli, Tagliabue, e Artemide. È particolarmente noto per il design delle sedie “Plia” e “Alky”, quest’ultima vincitrice del Compasso d’Oro nel 1979. La “Plia”, creata nel 1967, è diventata un’icona del design italiano per la sua eleganza e innovazione nel campo delle sedie pieghevoli.

Oltre alla sua attività di designer, Giancarlo Piretti ha svolto un ruolo importante anche nell’insegnamento e nella ricerca, contribuendo a formare le nuove generazioni di designer presso istituti di design in Italia e all’estero.

La sua capacità di combinare funzionalità, estetica e innovazione tecnologica ha reso Giancarlo Piretti una figura di spicco nel panorama internazionale del design. Le sue opere continuano a essere apprezzate per il loro design intemporalità e per la loro capacità di adattarsi alle esigenze moderne.

Giancarlo Piretti è scomparso nel 2022, lasciando un’eredità significativa nel campo del design industriale e dell’arredamento, con un’impronta che continua a influenzare il design contemporaneo.

  • Set di 8 sedie Plia, Giancarlo Piretti, Anonima Castelli, 1970

  • Poltrona componibile “Sistema 61” per Anonima Castelli, 1974