Tito Agnoli

Visualizzazione di 5 risultati

Tito Agnoli è stato un rinomato designer italiano, attivo nel XX secolo e celebre per le sue creazioni nel campo del design di mobili e illuminazione. Nato a Lima, in Perù, nel 1931, e cresciuto a Milano, Agnoli si è formato presso la Scuola di Architettura dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

Negli anni ’50 e ’60, Agnoli ha lavorato con importanti aziende italiane del settore del design, tra cui Arflex, Oluce e Bonacina. Ha collaborato con alcuni dei migliori talenti del periodo, contribuendo alla creazione di pezzi iconici che hanno segnato l’estetica del design italiano dell’epoca.

Le sue creazioni si distinguono per la loro eleganza senza tempo e la loro innovazione formale. Tra i suoi lavori più celebri vi sono la sedie, le lampade per Oluce e le poltrone BR3 per Bonacina, classici del design contemporaneo.

Agnoli è stato in grado di fondere forme classiche con materiali e tecniche moderne, creando opere che si adattano perfettamente agli interni contemporanei. Il suo lavoro è apprezzato per la sua bellezza intrinseca, la sua funzionalità e il suo impatto visivo.

La sua eredità nel campo del design è stata significativa, influenzando generazioni successive di designer e continuando a ispirare gli amanti del design di tutto il mondo. Tito Agnoli è ricordato come una delle figure più importanti nel panorama del design italiano del XX secolo.

  • Lampada sospensione in vetro di Tito Agnoli, Oluce, 1959

  • Sedia mod. Korium, Tito Agnoli per Matteo Grassi, set da 4

  • Set di 6 sedie Serie Fiorenza, Tito Agnoli per Molteni, 1970 ca

  • Coppia di poltrone BR3 di Tito Agnoli per Pierantonio Bonacina, anni ’60

  • Coppia di poltrone di Tito Agnoli, anni ’50