Marzio Cecchi

Visualizzazione del risultato

Marzio Cecchi è nato a Capalle (Firenze) il 1 marzo 1940, dove ha trascorso i primi 23 anni della sua vita. Dopo aver studiato al convitto Cicognini di Prato, ha proseguito i suoi studi presso la facoltà di architettura dell’Università degli Studi di Firenze, laureandosi con successo.

La sua carriera di architetto ha avuto inizio precocemente, già a 18 anni, subito dopo il liceo, con il suo primo lavoro nel cuore di Prato, progettando il negozio di borse ANNA nel corso principale della città. Il successo di questa prima esperienza ha evidenziato la sua creatività, innovazione e innato buon gusto, consolidando la sua reputazione nel campo dell’architettura e del design. Marzio Cecchi ha continuato a lavorare a Prato e Campi Bisenzio, realizzando progetti sempre più ambiziosi, tra cui sale da ballo, locali pubblici, case e ville che ancora oggi sono oggetto di studio presso l’Università di Architettura.

Il trasferimento della sua famiglia a Firenze nel 1963 ha segnato un punto di svolta nella sua carriera, offrendogli la possibilità di esprimere il suo talento creativo e innovativo a una clientela sempre più prestigiosa. Ogni progetto di Marzio Cecchi si distingue per un’immagine inedita e riconoscibile, che unisce le esigenze commerciali con un’approfondita comprensione dell’architettura.

A partire dal 1968, uno dei suoi divani, originariamente creato come prototipo per una villa da lui progettata, ha vinto il primo premio in un concorso internazionale a Trieste e un premio speciale della “Rinascente” per il “divano venduto a metri”. Questo successo ha ispirato l’idea di sua sorella di lanciare la vendita globale dei mobili disegnati da Marzio Cecchi, promuovendoli attraverso le emergenti grandi mostre del mobile di design in Italia e nel mondo.

Il design di Marzio Cecchi continua a ricevere riconoscimenti prestigiosi per la sua innovazione, creatività e bellezza senza compromettere la funzionalità, il comfort e l’artigianalità. Nel corso degli anni, molte delle sue creazioni sono entrate a far parte delle collezioni permanenti dei musei più importanti a livello internazionale.

  • Letto con molle di Marzio Cecchi, 1970 circa